#2015bestnine su Instagram, ovvero le tue 9 foto più piaciute

Schermata 2016-01-04 alle 10.32.09In questi giorni si fa il bilancio del 2015 appena concluso e ci si appunta i propositi per il 2016.
Tra i miei propositi c’è quello di pubblicare almeno una foto al giorno su Instagram per renderlo il mio diario personale visivo, annotando qualche stato d’animo.

Ma in merito all’anno che si è appena concluso, avete visto che in molti stanno pubblicando un collage di nove foto con una tag: #2015bestnine, ecco ma cos’è? e come si fa?

Continua a leggere

La sera delle Sette Cene

bread-candle-rye-near-lighting-wooden-background-34564139Da anni ormai, noi amici ci troviamo il 23 dicembre per una cena di tradizione dell’Oltrepo, la “sera delle Sette Cene”. Per noi amici è sempre stato un momento molto intimo, una cena sentita, voluta e aspettata per rivivere l’antica tradizione. Un modo per rivedersi e godere della solennità di questo rito in un momento di frenesia come quello pre Natalizio. Continua a leggere

Wind, poi non dire che non te l’avevo detto!

Wind_Telecomunicazioni_logoCon oggi chiudo definitivamente una storia di amicizia durata anni, quella tra me e Wind, la famosa compagnia telefonica.
Questo post vuole essere un chiaro segnale di come la famosa Telco si sia persa una cliente che tra wifi e contratti vari pagava mensilmente circa 50€, per un grosso problema di Marketing. Diciamo pure l’ABC del marketing, senza esagerare. Tutto perchè, nessuno mi ha ascoltato davvero, riportando il mio messaggio di annunciata disdetta. Continua a leggere

Duolingo: una certificazione gratis per l’inglese da non sottovalutare

Schermata 2015-09-27 alle 16.31.09Fine agosto è tempo di bilanci, propositi e promesse da fare a e per se stessi.
Anche io, come ogni anno non ho mancato di fare la mia lista, seppur ridotta per non rischiare di portare a termine gli obiettivi.

Quest’anno ho deciso di puntare molto sulla mia formazione e ho così deciso di inserire l’inglese come priorità.
Continua a leggere

Attacchi di panico: mi aspetto troppo dal mio medico?

MiLeqdjoTIn questo periodo, complici: il caldo terribile, l’afa milanese che ti blocca il respiro, la quantità di lavoro che ho da fare (a casa e non), Trenitalia di merda e i pensieri sul cambio di casa che sto portando avanti, sono ritornata nel tunnel degli attacchi di panico. Fase superata ormai da circa 5 anni.
So che sicuramente sarà una cosa passeggera, ma quei momenti sono eterni e la paura che ne torni un altro è il pensiero che ti fa vivere male.
Continua a leggere